Filippo Facco

Responsabile sviluppo progetti, educatore

Laureato nel 2009 in Relazioni Internazionali e Diritti Umani, ho trascorso un periodo all’estero tra Gran Bretagna, Burkina Faso e Tanzania. Una volta rientrato in Italia, ho deciso di intraprendere una nuova strada formativa reiscrivendomi all’università con l’obiettivo di diventare maestro di scuola primaria; sogno che in parte si è già avverato e che mi permette arricchire di nuovi punti di vista il mio lavoro in Jonathan coop.

Jonathan è per me una casa e, come in ogni abitazione, ognuno ha il suo compito. Fortunatamente la divisione dei lavori non è rigida e spesso ho l’opportunità di vedere quello che fanno i miei colleghi, dando così il mio personale contributo.

Il mio compito principale è quello di intercettare i bisogni della comunità traducendoli in progetti che, se siamo bravi e fortunati, vengono approvati e finanziati dai donors. È un lavoro entusiasmante e anche un po’ complesso ma che mi riempie di soddisfazione perché mi permette di conoscere e relazionarmi con molte persone, offrendomi nuovi punti di vista da cui guardare il mondo.

Adoro giocare a pallavolo, girare in bicicletta, nuotare nel nostro fiume Brenta, viaggiare, ballare e trascorrere il tempo a tavola in compagnia di amici e buon cibo.